News

Italia Nostra per l’Abruzzo

Ultime notizie

Italia Nostra per l’Abruzzo – il calendario 2010

con il patrocinio della Provincia dell’Aquila e della Regione Umbria

 

1 - Giovedì 21 gennaio 2010, ore 15,30 - L’Aquila, Auditorium presso Archivio di Stato, Bazzano

La nuova legge urbanistica dell’Abruzzo: rinascita o pietra tombale?

Intervengono Alessandra Mottola Molfino, Giovanni Losavio, Vezio De Lucia, Piero Ferretti, Antonio Perrotti, Fausto Corti, Giorgio De Matteis, Maurizio Acerbo, Gabriele d'Oltremare

 

2 - Giovedì 25 Febbraio 2010, ore 15,30 - L’Aquila, Auditorium CARISPAQ

Pier Luigi Cervellati, L’Aquila muore. Restauro urbano per i centri storici dell’Aquila

Nell’occasione sarà presentato il libro L’Aquila – Non si uccide così anche una città?, a cura di Georg Josef Frisch.

Il ‘restauro urbano’ appare oggi, quando si consuma il passaggio ufficiale dall’emergenza alla ricostruzione, la risposta più efficace per un piano di interventi sull’ampio tessuto urbano storico danneggiato dal sisma del 6 aprile. Il restauro urbano, peraltro, non può limitarsi al tessuto fisico e morfologico dei centri storici aquilani ma deve porre particolare attenzione al recupero del tessuto sociale di un territorio già segnato da un’economia in crisi e dal conseguente spopolamento. Intervengono Nicola Caracciolo, Stefania Pezzopane, Ferdinando Di Orio, Americo Di Benedetto, Giovanni Losavio, Vezio De Lucia, Giulio Tamburini, Giancarlo Gentilucci, Rita Innocenzi

 

3 - Sabato 6 marzo 2010, ore 10,00 – Stazione ferroviaria di Molina-Castelvecchio

L’Umbria incontra l’Abruzzo. Ferrovie e paesaggi della ricostruzione

In occasione della 3° Giornata Nazionale FERROVIE DIMENTICATE promossa da Co.Mo.Do. Italia Nostra invita sul treno Molina-L’Aquila la stampa e i sindaci dei centri colpiti

In collaborazione con Regione Umbria, Ferrovie Centrali Umbre e con Co.mo.do. e Aipai

Un convoglio speciale offerto dalle Ferrovie Centrali Umbre sulla tratta Terni-L’Aquila sarà la sede della conferenza stampa finale prevista alle 12,30 alla stazione ferroviaria dell’Aquila. Il MusAA sostiene e partecipa l'iniziativa.

 

4 - Giovedì 18 marzo 2010, ore 10,30 – L’Aquila, Auditorium presso l’Archivio di Stato, Bazzano

L’AQUILA. Buone pratiche per la ricostruzione dei centri storici

Introduce Alessandra Mottola Molfino, coordina Pietro Petraroia, Italia Nostra

Ne discutono soprintendenti, ricercatori, progettisti, proprietari, imprese

Hanno già aderito Luciano Marchetti, Ferruccio Ferruzzi, Mario Canti, Paolo Muzi, Daniele Jalla, Stefano Della Torre, Sebastian Storz, Giorgio Stockel, Giuseppe Tosti, Luciano Tortoioli, Giandomenico Cifani, Carlo Pozzi, Rosalia Vittorini, Paola Ardizzola

 

5 – Mercoledi 24 marzo 2010 – Bruxelles, Europa Nostra Council

Europa Nostra con Italia Nostra per l’Abruzzo: Alessandra Mottola Molfino interviene all’assemblea dei paesi associati in Europa Nostra per allargare all’Europa il sostegno alla difficile azione per l’Abruzzo.

 

6 - Venerdì 16 aprile 2010 – Roma, sede da confermare

L’Abruzzo ad un anno dal terremoto. Proposta di decreto-legge per i centri storici dell’Aquila

 

 

MusAA per il cinema

Ultime notizie

"The wounded brick" – film documentario realizzato dalla Mediart01/FilmProjectStudio di Vienna in collaborazione col MusAA - MuseoArchitetturaArte

 

Lo scorso dicembre è giunta a L'Aquila una troupe cinematografica della produzione Mediart01/ FilmProjectStudio di Vienna, per girare una serie di riprese nell'area del cratere colpito dal terremoto, dando voce ad alcuni terremotati che stanno vivendo il disagio, il provvisorio, insieme alla forza e alla speranza di tornare ad una vita pressochè normale. Le riprese girate nell'Aquilano faranno parte di un più ampio progetto che il film documentario "The wounded brick" contempla.

Il concetto di "habitation", che meglio decodificato indica l'atto di prendere dimora o vivere in modo permanente in un luogo, viene indagato secondo diverse accezioni: come bisogno esistenziale dell'uomo, come un'importante parte dell'espressione umana dell'individuo, come uno dei più forti simboli della reciproca influenza di aspetti sociali, culturali, storici ed economici.

Parte del film focalizza l'attenzione sulla gente di L'Aquila, che ha sperimentato in uno dei modi più dolorosi cosa significhi perdere la propria casa, e con essa buona parte della propria vita personale, della propria identità e del ruolo nella società. Il film non riguarderà solo le storie individuali, memorie e pensieri personali, ma anche il modo in cui un terremoto possa potenzialmente distruggere la memoria collettiva del patrimonio culturale, storico e sociale di un luogo. Verranno anche messi in luce gli aspetti positivi e le sfide future che la gente dell'Aquila sta raccogliendo.

Il film mostrerà poi il punto di vista di famosi architetti, sociologi, antropologi, filosofi di tutta Europa. I responsabili e registi del progetto, Sue-Alice Okukubo ed Eduard Zorzenoni, presenteranno il film documentario in diversi Film Festival europei.