Un pomeriggio all'Abbazia

Visita guidata del MusAA all'Abbazia di San Giovanni in Venere, Fossacesia, con i bambini della scuola elementare di Fossacesia.
Venerdì primo giugno 2012

Un venerdì pomeriggio di rientro, siamo andati a visitare l’abbazia di San Giovanni in Venere con la dottoressa Paola Ardizzola, un’amica della maestra Rita. Appena arrivati la dottoressa mi è sembrata una signora simpatica, generosa e socievole. La nostra “guida” ci ha portati dietro l’abbazia, a vedere le absidi. Erano tipo delle torri e facevano pensare a una mura di cinta. Ho scoperto in più che le finestre facevano entrare la luce ”a lama”, erano posizionate verso Est e da lì si riuscivano a vedere i nemici che venivano. Poi siamo passati al Portale delle Donne. UN_POMERIGGIO_ALL_ABBAZIAInvece qui ho scoperto in più che la parte decorata è detta portale, invece l’apertura è detta portone. Ancora dopo siamo passati alla torre campanaria. Qui ho scoperto che le campane servivano a molti usi. Paola nel percorso era come una persona speciale che interpretava benissimo il ruolo di guida, come una stella di Hollywood. Dopo siamo passati al Portale della Luna: c’erano decorazioni sui lati che rappresentavano San Giovanni Battista e Zaccaria. Ho scoperto che si chiamava Portale della Luna, perché degli archi erano a sesto rialzato e facevano pensare alla Luna. Poi siamo entrati nell’abbazia. Paola ci ha parlato delle colonne, degli archi e infine, sopra all’altare, l’arco di volta ed era bellissimo. Dopo siamo scesi nella cripta, un luogo in cui gli abati cantavano pregando e seppellivano i loro defunti. Lì Paola ha preso un triangolo, l’ha suonato e ci ha fatto ascoltare l’eco che faceva la stanza. Poi ha preso un flauto, ha suonato il LA, ce l’ha fatto intonare e abbiamo sentito questo altro eco. Infine ci ha fatto battere le mani uno dopo l’altro e sentire questo ennesimo eco. Infine abbiamo visitato il chiostro, il giardino dei monaci. Abbiamo visto delle colonne di granito del tempio di Venere. Siamo usciti dal monastero e abbiamo giocato a ruba bandiera. Alla fine abbiamo salutato Paola e siamo ritornati a scuola. E’ stata una giornata grandiosa e ricca di informazioni per la mia mente da chiudere nel cassetto delle cose importanti.

(Un bimbo della 5°C)



Segnala questa pagina sul tuo social network preferito