Workshop 2011/2012 “Acquisizione del senso estetico attraverso il fare arte”

Didattica - Workshop

Progetto scuole d'infanzia

Scoprendo, curiosando, creando


docente:

Francesca Staniscia, esperta in didattica dell'arte per bambini


Presentazione

MusAA ritiene che l'arte in tutte le sue forme sia parte fondamentale dell'istinto umano è che l'uomo raggiunga la suo vera missione attraverso la produzione artistica. L'arte è ciò che sopravvive nel tempo è che dà testimonianza su come e cosa gli uomini pensano e vivono nel profondo.

MusAA intende dare un contributo all'educazione del senso estetico, allo sviluppo della creatività del bambino e allo strutturarsi della sua personalità. Le attività di MusAA abbracciano sia le arti visive che quelle drammaturgiche con una didattica interattiva, dove l'attività dei bambini stessi è al centro del percorso formativo, dove loro sono gli artisti, gli attori, i musicisti.

Oltre alle attività con i bambini MusAA offre seminari e corsi per educatori ed insegnanti nelle discipline delle arti visive e del teatro.

I laboratori non si rivolgono esclusivamente ai bambini, ma vogliono dare nuove idee didattiche e consigli professionali agli educatori per la realizzazione di progetti artistici. La tempra, la concentrazione e le capacità espressive nel creare un oggetto d'arte sono diversi in ogni bambino. Attraverso un percorso insieme gli educatori hanno la possibilità di riconoscere e scoprire queste capacità e di sostenere e stimolare individualmente l'alunno.

Impostazione didattica

Un bambino vuole capire il mondo, è curioso e vuole mettere insieme i singoli termini che conosce attraverso il suo fare e quello degli altri. Questo processo cognitivo però rimane ancorato nella sua mente soltanto se inserito in un processo che lo vede protagonista di una creazione. Tutto quello che un bambino non ha appreso – nel senso della parola “prendere” - non rimarrà ancorato nella sua mente. Solo se riesce a “ri-creare” il sentito in un'opera propria allora diventerà conoscenza del suo corpo.

I laboratori artistici di MusAA guidano i bambini in queste esperienze fondamentali per lo  sviluppo della personalità del singolo. Favoriscono il benessere psico-fisico ed aiutano a far accrescere la fiducia in se stessi. I metodi si basano su una didattica attiva, dove si impara attraverso il fare, per raggiungere nell'alunno consapevolezza nei confronti delle capacità proprie, dei comportamenti degli altri e nell'uso di diversi mezzi di espressione artistica. Fare arte insieme vuol dire collaborare, inserirsi in un contesto sociale ed imparare a comprendere e rispettare le regole sociali.

Progetto

Il progetto 'Scoprendo, curiosando, creando' vuole avvicinare i più piccoli al mondo dell'arte, non solo per conoscerne personaggi, opere, tecniche e correnti, ma in particolare per acquisire una modalità di approccio, una capacità critica, una predisposizione all’ascolto delle nostre sensazioni, una possibilità diversa di percepire noi stessi e ciò che ci circonda, per contribuire a una formazione armonica della nostra personalità, incoraggiando un’espressione personale e creativa.

Il progetto prevede in particolare l'approfondimento di 3 artisti: Mirò, Kandinskij e Pollock. Conosceremo la loro arte, le loro tecniche e le loro opere e impareremo a concepire l'arte come un  nuovo linguaggio per comunicare, un codice diverso con cui interagire, rappresentare noi stessi e il nostro vissuto emotivo.

Ogni incontro sarà suddiviso in una parte teorica e interattiva in cui osserveremo le opere proposte e metteremo in campo la nostra curiosità e la capacità di meravigliarci cercando di coinvolgere tutti i sensi.

A questa, seguirà una parte creativa e manipolativa, concepita come luogo di sperimenatzione, di scambio, di crescita culturale. Uno spazio di libertà e di scelta, in cui le dimensioni del fare e del gioco sono considerate alla base della conoscenza, della ricerca, spingendo a elaborare competenze flessibili, nuovi percorsi e un forte senso di autonomia.

Per ogni gruppo-classe sono previsti 3 incontri, in ognuno dei quali si conoscerà uno degli artisti scelti. La durata del laboratorio sarà di 1 ora.

 

I colori di Mirò

Mirò è stato definito 'il più surrealista di tutti i surrealisti'; per lui dipingere voleva dire abbandonarsi al racconto di una favola in cui agivano i suoi personaggi fantastici. Ha saputo dare un colore ai suoi sogni, lasciarsi affascinare dalle cose semplici che hanno poi trovato dimora nei suoi quadri. Attraverso le opere di Mirò scopriremo le storie che vi sono raccontate, sperimenteremo come da un pezzo di filo possa avere inzio un nuovo mondo e lo coloreremo dopo aver conosciuto la storia dei colori primari e i colori secondari che scaturiscono dalla loro unione, raccontando anche noi, la nostra storia per immagini.

Geometrie musicali

Con Kandinskij approfondiremo la teoria dei colori e scopriremo le associazioni tra questi e gli strumenti musicali. Nel suo libro 'Lo spirituale dell'arte' Kandinskij indaga l'aspetto interiore delle forme artistiche e ci insegna che ogni colore ha una voce, un suono preciso di riferimento e soprattutto una foma geomtrica perfetta ad accoglierlo. Giocheremo con le principali figure geometriche, le interiorizzeremo con movimenti corporei e daremo vita a delle opere visive musicali.

Action Painting!

Pollock è l'artista più rappresentativo dell'espressionismo astratto; ha elaborato una tecnica di pittura denominata dripping, che ha segnato l'allontanamento dai tradizionali strumenti pittorici.

Partendo dall'osservazione delle sue opere, rifletteremo sul concetto di segno e su come questo sia strettamente legato al movimento. Ogni nostro gesto, inoltre, definisce la sua natura grazie alle emozioni e allo stato d'animo che lo generano. Un segno, dunque, parla di noi, del nostro mondo interiore e nel suo essere traccia racconta anche di passaggi. Partendo dagli insegnamenti di Pollock, ci divertiremo a interpretare le impronte di diversi animali e le lasceremo impresse entrando in una tela collettiva.

Calendario del progetto

Il seguente calendario potrà subire dei cambiamenti esclusivamente previa consultazione con la docente del progetto.

SCUOLA MATERNA “D'AMICO”

-     Mirò

1° gruppo: lunedì 16 aprile ore  9.15 – 10.15

2° gruppo: lunedì 16 aprile ore 10.30 – 11.30

3° gruppo: lunedì 16 aprile ore 13.45 - 14.45

4° gruppo: martedì 17 aprile ore 13.45 – 14.45

-     Kandinskij

1° gruppo: lunedì 23 aprile ore  9.15 – 10.15

2° gruppo: lunedì 23aprile ore 10.30 – 11.30

3° gruppo: lunedì 23 aprile ore 13.45 - 14.45

4° gruppo: martedì 24 aprile ore 13.45 – 14.45

-     Pollock

1° gruppo: mercoledì 2 maggio ore  9.15 – 10.15

2° gruppo: mercoledì 2 maggio ore 10.30 – 11.30

3° gruppo: mercoledì 2 maggio ore 13.45 - 14.45

4° gruppo: giovedì 3 maggio ore 13.45 – 14.45

 

SCUOLA MATERNA “VILLA ANDREOLI”

-       Mirò

1° gruppo: martedì 17 aprile ore 9.15 – 10.15

2° gruppo: martedì 17 aprile ore 10.30 – 11.30

3° gruppo: giovedì 19 aprile ore 10.30 – 11.30

-       Kandinskij

1° gruppo: martedì 24 aprile ore 9.15 – 10.15

2° gruppo: martedì 24 aprile ore 10.30 – 11.30

3° gruppo: giovedì 26 aprile ore 10.30 – 11.30

-       Pollock

1° gruppo: giovedì 3 maggio ore  9.15 – 10.15

2° gruppo: giovedì 3 maggio ore 10.30 – 11.30

3° gruppo: venerdì 4 maggio ore 10.30 – 11.30

 

SCUOLA MATERNA “VILLA MARTELLI”

 -       Mirò

1° gruppo: giovedì 19 aprile ore 13.45 – 14.45

-       Kandinskij

1° gruppo: giovedì 26 aprile ore 13.45 – 14.45

-       Pollock

1° gruppo: venerdì 4 maggio ore 13.45 – 14.45

 



Segnala questa pagina sul tuo social network preferito